IRIDOLOGIA NATUROPATIA COUSELING

Cos' è l'iridologia?

Secondo l'iridologia, l' iride sarebbe una speciale carta topografica che riprodurrebbe, nel suo piccolo, tutta la mappa del corpo umano, la sua anatomia, le sue funzioni: un minuscolo archivio in cui sarebbero trascritti la salute dei nostri organi e il benessere dell' anima. L'iridologia è, secondo alcuni, un metodo di analisi, essa sarebbe la valutazione dell'integrità dei tessuti, chiamati collettivamente costituzione perché comprende punti di forza e di debolezza intrinseca; tale analisi, secondo i seguaci dell'iridologia, può forse riconoscere forze e debolezze della costituzione individuale risalendo anche per quattro generazioni.

Come si fa l'iridologia?

L' iridologo in base alla macchie e alle sfumature cromatiche dell'iride o alla forma della corona riuscirebbe ad individuare il tipo di costituzione del paziente (linfatica, ematogena, disbiotica, etc....) ed i possibili segni evoluti delle sue patologie, scoprendo alcune volte, secondo alcuni, le cause di quei disturbi che sfuggono ad una sicura definizione.

L'iridologia si baserebbe, secondo alcuni, sull'osservazione di un organo, unico non ricoperto da membrane opache, nel pieno svolgimento delle sue funzioni biologiche.

In una valutazione energetica con l'esame dell'iride, si osserverebbe, secondo questa teoria, la lucentezza dell'iride, la sua velocità di contrazione, le presenza o meno di tessuto appartenente ad altre strutture oftalmiche.

 

NATUROPATIA

Cos’è la naturopatia?

La naturopatia è una metodica per prevenire o curare lo squilibrio energetico della persona. 

La naturopatia differisce dalla medicina allopatica in quanto ha un approccio "olistico", teso ad una valutazione globale del soggetto; la valutazione si basa sull'esame del terreno e dei fattori esogeni con cui l’ individuo entra in contatto (es. agenti patogeni, componenti geobiologiche dell'abitazione, relazioni emozionali ) e del suo stile di vita, al fine di individuare ed eliminare quelli originanti lo squilibrio energetico.

Come si fa la naturopatia?

I naturopati si autodefiniscono cultori di tradizioni curative antiche.
Lasciano volentieri alla medicina ufficiale la cura di traumi, disordini genetici e congeniti, infezioni neoplasmi e tutte le malattie e disordini acuti.
Si astengono dal fare diagnosi nosologica.

Si autodefiniscono per questo motivo complementari e usano le più svariate tecniche e metodi alternativi.
Il naturopata tradizionale applica consigli dietetici e sullo stile di vita, combinati con :
cromoterapia, cromopuntura, floriterapia di Bach, aromoterapia, lavoro corporeo, esercizi spirituali e mentali, ecc.

Campi d'impiego della naturopatia:

Si lavora con persone che desiderano gestire la loro salute con questi mezzi, e non con ammalati clinici e nei settori piu’ diversi.
Un crescente numero di pazienti cercano sostegno nella medicina naturopatica in seguito a quello che chiamano "il decadimento della medicina occidentale".
La maggior parte di loro si serve della naturopatia per:
malattie croniche, psicosomatiche, disturbi irrisolti, sintomi ricorrenti non spiegati dalle metodiche convenzionali, prevenzione e istruzione sanitaria.
Il fulcro dell'attenzione di un naturopata professionista non è il disturbo, ma l'unità psico-bio-spirituale del soggetto che presenta un determinato squilibrio.

Le pratiche naturopatiche possono comprendere:
iridologia,riflessologia plantare, floriterapia, fitoterapia aromaterapia e molte altre.

 

Cos' è il counseling?

Indica un'attività professionale che tende ad orientare, sostenere e sviluppare le potenzialità del cliente, promuovendone atteggiamenti attivi, propositivi e stimolando le capacità di scelta.
La prima attestazione dell'uso del termine counseling per indicare un'attività rivolta a problemi sociali o psicologici risale al 1908 da parte di Frank Parsons. Nel 1951 la parola counseling è usata da Carl R. Rogers per indicare una relazione nella quale il cliente è assistito nelle proprie difficoltà, senza rinunciare alla libertà di scelta e alla propria responsabilità

Come si fa il counseling?

È svolta da un counselor, persona professionalmente in grado di aiutare un interlocutore in problematiche personali, private e talvolta emotivamente significative.
In base al bagaglio di abilità possedute, le competenze proprie all'attività di counseling possono essere presenti nell'attività di diverse figure professionali quali psicologi, medici, assistenti e operatori sociali, educatori professionali.
Essa è finalizzata a consentire ad un individuo una visione realistica di sé e dell'ambiente sociale in cui si trova ad operare, in modo da poter meglio affrontare le scelte relative alla professione, al matrimonio, alla gestione dei rapporti interpersonali, con la riduzione al minimo della conflittualità dovuta a fattori soggettivi ed è inoltre un'attività di competenza relazionale che utilizza mezzi comunicazionali per agevolare l'autoconoscenza di se stessi, attraverso la consapevolezza e lo sviluppo ottimale delle risorse personali per migliorare il proprio stile di vita in maniera più soddisfacente e creativo.

Campi di impiego del counseling:

  • Problemi interpersonali limitati e specifici all'area del conflitto
  • Ambivalenza, stress, scelte e decisioni difficili da compiere
  • L'orientamento scolastico rivolto agli studenti al termine delle scuole superiori;
  • L'orientamento professionale rivolto prevalentemente ad ex lavoratori necessitanti di una nuova collocazione professionale.